Nicole Fashion Show – Romeo & Juliet Edition

Amore, musica, moda, letteratura, danza per il fashion show della Maison Nicole. Suggestioni e forme d’arte si intrecciano, la bellezza prende forma sul catwalk. Emozione pura e nervi a fior di pelle: ecco il Nicole Fashion Show, Romeo & Juliet Edition. Si è svolto a Roma, l’evento di presentazione delle Collezioni Bridal, Evening e Red Carpet 2019 della Maison Nicole.
Protagoniste della sfilata le linee Nicole e Alessandra Rinaudo, con un omaggio alla Collezione Colet, rappresentata da un raffinato abito indossato soavemente da Giulietta, sulle note di “Ama e cambia il mondo”.
Ricchissimo il parterre, che ha visto la partecipazione degli attori Giorgio Pasotti, Giulio Berruti, Roberto Farnesi e dell’ex calciatore Nicola Legrottaglie. Tra le donne, oltre alla stilosissima cantautrice Nina Zilli, molti personaggi del cinema e del mondo dello spettacolo hanno sfoggiato le creazioni sartoriali firmate da Alessandra Rinaudo: Serena Autieri, Valeria Solarino, Laura Torrisi, Anna Safroncik, Milena Miconi, Michelle Carpente, la fiorettista Margherita Granbassi, Gloria Guida, Matilde Brandi, Adriana Volpe, Nathalie Caldonazzo, Eleonora Albrecht, Alessia Fabiani, Manila Nazzaro, Giovanna Rei, Kiara Tomaselli e molti altri.

Carlo Cavallo e Nina Zilli

alcune domande ad Alessandra Rinaudo:

Come è nata l’ispirazione del mood Romeo & Juliet?
L’idea è nata dopo aver visto il musical di questa opera shakespeariana. Immediatamente ho deciso di omaggiare questa eterna storia d’amore, di associare la sfilata al mondo del musical e di rendere queste canzoni la colonna sonora della mia collezione.
Come è stato concepito il Fashion Show?
Un incipit romantico ed evanescente, ispirato all’immagine eterea e classica di Giulietta, icona fresca e giovane, alla quale ho associato abiti fluidi, adornati da pizzi retrò. Il proseguo dello spettacolo ha seguito l’identikit di collezione, che presenta, insieme a uno stile couture, anche un’identità decisamente più moderna, rappresentazione di un’idea “urban” della sposa. La seconda parte della sfilata ha quindi visto protagonisti abiti trasformabili, top realizzati con body, gonne interscambiabili, outfit impreziositi da borsette porta smartphone, pensando non solo al tradizionale matrimonio in chiesa ma anche a una cerimonia chic a bordo piscina, istituzionale in comune o glamour in un centro metropolitano.

Paola Turani e Alessandra Rinaudo

Quale è stato il capo principe del fashion show?
Momento topico della sfilata è stata la chiusura dal gusto decisamente couture, per valorizzare la magnetica influencer Paola Turani, testimonial della collezione. Ho voluto rendere omaggio alla sua femminilità con un regale mantello e un capo interamente ricamato, a esaltare la sua figura longilinea e atletica.
Quali tra le molte celebrities presenti in first row è stata più onorata di vestire?
Tutte le star sono state adorabili, ma sono stata particolarmente felice di firmare gli outfit di Serena Autieri, Laura Torrisi, Anna Safroncik e naturalmente della splendida e grintosissima Nina Zilli.