Le scarpe da sposa basse: comfort e alla moda

In copertina: Jimmy Choo

Per tutte le spose, la scarpa è uno degli accessori fondamentali del proprio outfit, da sfoggiare con grazia e disinvoltura nel giorno del matrimonio. Belle e comode al tempo stesso, spesso nascoste sotto le lunghe gonne, accompagnano la sposa, passo dopo passo, dall’altare fino alla fine del ricevimento.

Dai tacchi vertiginosi, sempre più marchi si stanno spingendo verso proposte all’insegna del comfort, totalmente flat, da indossare dall’inizio della cerimonia fino alla parte finale del ricevimento fatta di danze e saluti. Non solo: la scarpa da sposa bassa sarà una fedele alleata per le location dalla pavimentazione più irregolare, solitamente quelle immerse nella natura.

Una scelta comoda, ma sempre più cool: per un “wedding-dressing” contemporaneo

Se fino a qualche tempo fa l’idea di indossare un paio di scarpe basse nel giorno del matrimonio avrebbe fatto stranire i più tradizionalisti, oggi sono sempre più numerose le future spose che optano per questa scelta.

Un tempo, infatti, questa tipologia di scarpa era scelta solo dalle spose che dovevano compensare l’altezza con il proprio partner, mentre oggi la scarpa sposa bassa è totalmente sdoganata. Regina di glamour e di tendenze, è presente anche nelle passerelle bridal e nelle collezioni dei più celebri designer di abiti da sposa.

Le sneaker per osare

Il famosissimo stilista italiano di abiti da sposa Antonio Riva ha presentato la linea di sneaker da sposa “The second shoes”. La scelta irrinunciabile per le spose che non vogliono rinunciare alla comodità, ma nemmeno allo stile!

Una veloce guida alle modellerie più cool

Per i più tradizionalisti, il bon ton apre le porte alle modellerie che permettono di coprire maggiormente il piede. Sì alla ballerina, quindi, e alla slingback, chiusa in punta.

Per coloro invece che non hanno paura di osare, le sperimentazioni si estendono fino al sandalo o alla slipper, la ciabatta aperta in punta. Queste modellerie si prestano, senza dubbio, ai mesi più caldi.

Come per i tacchi più alti, anche qui le lavorazioni speciali non mancano: dal glitter alle paillettes o alle maxi fibbie gioiello, passando per i tessuti più tradizionali come il pizzo o il raso. Da sfoggiare nel bianco, nei colori dai toni pastello, come il cipria, o nelle tinte leggermente metalliche, argento e oro.

Tributo di perle per Sabine flat, Jimmy Choo
Maxi Broche per l’Hangisi flat firmata Manolo Blahnik
Glitter e broche per la ballerina sr Prince di Sergio Rossi

___

A cura di Michela Peletti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da whitemagazine.it maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi